Scarica il pdf gratuito

Castello di Monte Sant'Angelo nel Gargano - Case e appartamenti vacanze a vieste

Torna a
"Orchidee del Gargano"
Appartamenti
vacanze nel Gargano

IL CASTELLO DI MONTE SANT'ANGELO NEL GARGANO
Castello Monte S.Angelo Gargano - Case Vacanze nel Gargano

II castello di Monte S. Angelo, che domnina la città e il Santuario, è sovrastato da una torre detta dei Giganti, la cui origine risalirebbe al mitico re Pilunno II. L'edificazione della fortezza risale al IX-X secolo, numerosi ritrovamenti di monete dell'epoca attestano infatti l'importanza commerciale della citta in epoca bizantina.

Castello Monte S.Angelo Gargano - Case Vacanze nel Gargano Nello stesso periodo (837-838), Orso I, vescovo di Benevento e Siponto, faceva edificare ex novo, le mura di cinta de Monte Gorgano.
Data l'importanza del Santuario, esso fu sede dei conti Normanni, degli Svevi, degli Angioini e degli Aragonesi. Secondo i cronisti dell'epoca, Roberto il Guiscardo, signore dell'onore di Monte Sant'Angelo, nella seconda metà dell'XI secolo provvide a riedificarlo e a cingere di mura la citta.
Con la dominazione sveva assurse a grande importanza, tanto da essere uno dei castra exempta per i quali non i provisores castrorum ma lo stesso imperatore nominava il castellano, come si rileva dal Decreto di Federico II emanato in Milano il 5 ottobre 1239. Sotto gli Angioini fu usato soprattutto come prigione di stato in cui morì Filippa d'Antiochia moglie di Manfredi Maletta, nipote di Federico II. Nel XV secolo, tra il 1491 e il 1497, il castello assume l'aspetto che conserva tuttora: il pericolo incombente delle invasioni turche e l'invenzione delle armi da fuoco resero indispensabili interventi radicali (dovuti con tutta probabilità a Francesco di Giorgio Martini) quali la costruzione di altissime cortine con doppio ordine di finestre, tre robusti torrioni uno dei quali simile alla carena di una nave a difesa antemurale, il fossato e il portone munito di ponte levatoio.

Venuto in possesso di Giorgio Castriota Scanderbeg e poi del Gran Capitano Consalvo di Cordova, il maniero fu venduto ai principi Grimaldi nel 1552, i quali assunsero anche il titolo di baroni di Monte Sant'Angelo e ne rimasero padroni e potenti signori sino al 1802, quando, per volere di Castello Monte S.Angelo Gargano - Case Vacanze nel Gargano Ferdinando IV di Borbone,pervenne nelle mani del Cardinale Ruffo. Nel 1907, suo nipote il principe Ruffo di Sant'Antimo vendette il castello al Comune di Monte Sant'Angelo. Abbandonato agli elementi e ai vandalismi di pastori e di gente alla ricerca di tesori nascosti, il Castello ha subito danni tali da diventare un rudere nell'arco di poco più di mezzo secolo. Poichè nulla si può dire della sua struttura originaria e della configurazione e dell'evolzione tipologica che la fortezza ha avuto attraverso i secoli, gli odierni restauri e ulteriori scavi di tipo archeologico potranno contribuire a rispondere a diversi interrogativi e rilevare spazi e strutture ancora sconosciuti. Soltanto così si potranno recuperare i tasselli basilari per ottenere l'intelligenza completa della storia di Monte Sant'Angelo e del suo territorio.

Castello Monte S.Angelo Gargano - Case Vacanze Vieste

1 - Ponte e portale d'accesso
2 - Fossato
3 - Corridoio d'accesso interno
4 - Torrione a mandorla(1493)
5 - Piazza d'armi
6 - Ambienti restaurati
7 - Torre quadrata interna
8 - Torre cilindrica (1492)
9 - Portale e corridoio d'accesso al mastio
10 -Torrione cilindrico inteno

10 -Torrione cilindrico inteno
11 - Torre del Glgante, nucleo antico delta fortezza
12 - Torre cilindrica (1492)
13 - Sala del Tesoro
14/15 - Ambienti attigui alla Sala del Tesoro
16 - Cortina Nord
17 - Cortina a Nord-Ovest
18 - Cortina Sud

Aperto tutto l'anno.
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 19.00
Via Roberto Guiscardo - 71037 - Monte Sant'Angelo (FG)
Telefoni: 0884.565444 - 0884.562062
Ingresso a pagamento - €1.80 a persona